Terme Stabiane (VII,2)


È l'edificio termale più antico della città (II sec. a.C.), costruito su un impianto precedente (IV-III secolo), con restauri successivi. Ad Est della palestra centrale porticata sono ambienti per il bagno, divisi in una sezione femminile ed una maschile: frigidarium (sala con vasca per il bagno freddo), apodyterium (spogliatoio), tepidarium (sala tiepida), caldarium (sala per il bagno caldo), fornaci (per produrre calore). A Nord è una grande latrina; a Ovest una piscina (natatio). Nell'ingresso e nella palestra si conservano raffinate decorazioni in stucco policromo, di poco anteriori all'eruzione del 79, con soggetti figurati e mitologici di 'quarto stile': fatto di calce e calcite, lo stucco resisteva all'umidità. Da notare il metodo per riscaldare gli ambienti: il pavimento era sostenuto da pilastrini in mattoni (suspensurae), sicché sotto restava uno spazio vuoto (hypocaustum), nel quale circolava l'aria calda prodotta dalle fornaci: essa passava anche nelle intercapedini lungo le pareti, sì da avvolgere interamente la stanza.

Terme Stabiane

Terme Stabiane
  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live Bookmarks