Casa della Venere in Conchiglia (II 3,3)


Danneggiata da una delle bombe cadute su Pompei nel 1943, e scavata nel 1952, questa casa sembra impostata su un'altra precedente, ampliando peristilio e triclinio e risistemando gli ambienti, che si sviluppano quasi tutti intorno al giardino.
La scenografica figurazione pittorica della parete Sud ha reso famosa la casa: un giardino rigoglioso di piante e di copiosa fauna, con una bassa transenna ed altri elementi decorativi si articola in 3 pannelli.
A destra è dipinta una vasca di fontana con uccelli; a sinistra una statua di Marte; al centro una finestra dà l'illusione d'aprirsi sul mare, ove in una rosea conchiglia è la dea Venere, accompagnata da due amorini e quasi sospinta verso Pompei, di cui era protettrice: pur dipinta in modo maldestro la composizione non manca di effetto teatrale, se vista ad una certa distanza.

Casa della Venere in Conchiglia

Casa della Venere in Conchiglia
  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Digg
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Live Bookmarks