Cantiere di Stabia (1)

Al via il cantiere per l’abbattimento delle barriere architettoniche alle ville di Stabia.

Hanno preso avvio il 26 settembre a Villa Arianna i lavori del progetto “Interventi per la fruizione ampliata e per l’abbattimento delle barriere architettoniche”. Il progetto interesserà in un secondo momento, anche Villa San Marco e mira a dotare le ville di Stabia di idonee infrastrutture che garantiscano l’accessibilità fisica del sito, adeguando anche questa zona archeologica agli standard qualitativi che il Parco ha raggiunto a Pompei e in altre aree di sua pertinenza. Prevede innanzitutto la creazione di percorsi agevolati e di sistemi per il superamento dei dislivelli, ma permetterà di realizzare anche interventi di restauro, opere di riqualificazione degli accessi e delle aree verdi e aree espositive, allo scopo di garantire il miglioramento della fruizione. …leggi tutto

parco archeologico di pompei

tumb1

REGIO V - continuano gli scavi ...

LA STANZA DA LETTO ALLE SPALLE DELLA DOMUS DEL LARARIO Due letti a “spalliera alta”, da altri ambienti in corso di scavo alle spalle della Domus del Larario. Continuano gli scavi nella Regio V. La forma in gesso di una probabile coperta frettolosamente arrotolata, una zeppa a reggere una delle gambe di un letto per evitare che barcollasse, rilevati dalla colata di gesso da uno dei letti; e dall’altro borchie e sottili intarsi in osso che impreziosivano la testata lignea addossata al muro. Un cubicolo con due letti alle spalle della Domus del Larario (download) …leggi tutto

parco archeologico di pompei

20220826_112821 piccol

COMPLESSO DEI RITI MAGICI - Restauri

L’intervento in oggetto ha avuto luogo da Maggio a Settembre 2022  e ha interessato il triclinio del complesso dei Riti Magici (Regio II, Insula I, 12).  Il Complesso dei Riti Magici, così chiamato per i reperti rinvenuti che rimandano a culti orientali, comprende il triclinio, oggetto dell’intervento, la cui decorazione pittorica risale ai primo quarto del I sec.d.C. (35-45 d.C.) Sulle pareti la decorazione si articola su tre livelli: sullo zoccolo a fondo nero sono raffigurate piante, uccelli, insetti e altri piccoli animali; la zona mediana è ornata con riquadri colorati; la fascia superiore mostra immagini di nature morte che rimandano alla funzione dell’ambiente quale sala da banchetto. …leggi tutto

parco archeologico di pompei

photo_5859301197201128921_y (1) 600

TERME FEMMINILI DEL FORO - Restauri

Sono in corso i lavori di manutenzione e restauro della sezione cosidetta femminile delle Terme del Foro, ubicate alla Regio VII, insula 5 con ingresso dal civico 8. In particolare, sono in esecuzione il rifacimento del manto di impermeabilizzazione, interventi diffusi sulle murature - come la rimozione della vegetazione infestante, la pulitura e il trattamento biocida, la protezione delle creste murarie, il consolidamento di giunti, e piccole reintegrazioni di materiale lapideo o di laterizi, ed il restauro degli apparati decorativi. …leggi tutto

parco archeologico di pompei

DSC_8569bassa-1

LO SCHELETRO DEL CAVALLO DI MAIURI - Video della cronaca di un restauro

Di fronte alla Casa di Cerere, in un ambiente identificato come una stalla, è esposto in un nuovo allestimento, lo scheletro di un equide rinvenuto nel 1938 da Amedeo Maiuri durante uno scavo a sud di via dell’Abbondanza. Si tratta di un cavallo, alto 1mt e 34 al garrese, utilizzato per il trasporto delle merci per il traino, di cui il Parco Archeologico di Pompei ha curato il restauro. Guarda il video in questa sezione. …leggi tutto

parco archeologico di pompei

VIVAIO-Casa-di-Pansa-tumb

VIVAIO DELLA FLORA POMPEIANA ALLA CASA DI PANSA

Gli scavi ottocenteschi, che liberarono la grande residenza aff acciata su Via delle Terme, individuarono nel 1827 un grande giardino organizzato con lunghi letti di coltivazione di forma rettangolare. Nel settembre 1943 le bombe alleate colpirono il grande giardino e alla fi ne degli anni Cinquanta si avviarono i lavori di riordino con la formazione del primo vivaio per coltivare la Flora Pompeiana. Oggi il vivaio, dopo molti anni, viene riattivato e rigenerato con un progetto che, riadeguandolo ai mutamenti subiti in epoca contemporanea, rispetta sistematicamente ogni riferimento storico e archeologico. …leggi tutto

parco archeologico di pompei

charset=Ascii

TORRE DI MERCURIO

Il progetto di restauro di Torre Mercurio comprende la porzione settentrionale delle fortificazioni di Pompei tra la torre X e la torre XI, detta di Mercurio, che per la sua collocazione e il suo stato di conservazione rappresentano uno dei tratti più significativi della cinta difensiva di Pompei. Questa tratto murario è stato sottoposto a numerose indagini a partire dal 1811, quando vennero effettuati primi, parziali tentativi di scavo per liberare il prospetto esterno della cinta muraria, ed è ancora oggi oggetto di studi e ricerche. Il cantiere è, infatti, accompagnato da un piano di indagini e di studio finalizzato alla diagnosi, all’approfondimento della conoscenza per meglio indirizzare le scelte operative. Il tratto di mura e le due torri, la X e la XI, che lo contengono, sono all’avvio dei lavori un complesso articolarsi di differenti problematiche conservative. …leggi tutto

parco archeologico di pompei

Insula-Occidentalis

INSULA OCCIDENTALIS - Cantiere in corso

Il cantiere di messa in sicurezza dell'Insula Occidentalis di Pompei permetterà di restituire al pubblico le straordinarie ville urbane di Marco Fabio Rufo e di Maio Castricio, della Casa del Bracciale d’Oro e della Biblioteca, affacciate sul Golfo di Napoli e finora non accessibili perché utilizzate come sede dei laboratori di restauro del Parco. L’intervento consentirà di restituire alla fruizione del visitatore dei complessi abitativi unici per eleganza e per raffinatezza, estesi per quasi 6.000 metri quadrati, e dove il legame tra Pompei e il territorio circostante, tra Pompei e il “suo” mare, prende forma e significato. Il cantiere di messa in sicurezza del cantiere dell'INSULA OCCIDENTALIS …leggi tutto

parco archeologico di pompei

Civita Giuliana

LA VILLA SUBURBANA DI CIVITA GIULIANA

Lo scavo della Villa Imperialii di Civita Giuliana rientra in un’attività che il Parco Archeologico di Pompei sta portando avanti insieme alla Procura di Torre Annunziata. Oggetto di un saccheggiamento sistematico per anni, dopo un’indagine della procura, la villa di Civita Giuliana è dal 2017 oggetto di scavi stratigrafi ci che hanno restituito una serie di nuovi dati e scoperte tra cui, le più importanti, i calchi degli ultimi fuggiaschi, il carro cerimoniale e la stanza degli schiavi. Il progetto di scavo in corso ha una duplice finalità: da un lato cooperare nelle indagini con la Procura di Torre Annunziata, per arrestare il depredamento del patrimonio culturale ad opera di clandestini che nella zona avevano praticato diversi cunicoli per intercettare  tesori archeologici; dall’altro portare alla luce e salvare dall’azione di saccheggio una delle ville più significative del territorio vesuviano. …leggi tutto

parco archeologico di pompei

vettii - 27 gennaio 2022 (18)

CASA DEI VETTII - Restauro in corso

La casa dei Vettii, tra le più ricche e famose di Pompei, è posta sotto la protezione di Priapo, dio della prosperità, dipinto a destra dell’ingresso, che simboleggia la prosperità economica dei proprietari, i fratelli Aulus Vettius Restitutus e Aulus Vettius Conviva, liberti, divenuti ricchi grazie al commercio. Com’è noto la Domus dei Vettii rappresenta il modello di riferimento delle domus pompeiane sia per quanto riguarda l’articolazione degli ambienti, sia per la tipologia delle strutture architettoniche presenti e per l’impiego delle coperture a falda per l’atrio e peristilio e piane per gli altri ambienti. …leggi tutto

parco archeologico di pompei